Le cure

La figura professionale che si occupa, nell’ambito dell’ambulatorio dentistico, dell’educazione sanitaria dentale, della prevenzione e della cura delle affezioni dento – gengivali, è quella dell’igienista dentale.

I compiti dell’igienista dentale sono:

1. Eseguire l’Ablazione del tartaro
La detartrasi consiste nella rimozione del tartaro sopra e sotto gengivale con strumenti ultrasonici e manuali (courette e scalers).

Se i video non vengono visualizzati correttamente dal browser, scarica QuickTime player

 
2. Lucidare con polveri a base di bicarbonato o di glicina con l’uso di spruzzatori dedicati.

Le polveri a base di glicina, essendo più “delicate”, possono essere utilizzate per la rimozione di batteri e placca sottogengivale;

3. istruire il paziente alle corrette manovre di igiene orale

Eseguire corrette ed efficaci manovre di igiene orale non è banale né scontato. Infatti ogni bocca è diversa per caratteristiche ed esigenze . E’ compito dei professionisti motivare i propri pazienti ed insegnare loro quali strumenti utilizzare e come.

 

SPAZZOLINO E DENTIFRICIO

Fondamentale è saper eseguire un corretto spazzolamento dei denti cioè dalla gengiva verso il dente sia per le superfici interne (verso la lingua) che esterne (verso la guancia), oltre che un buon spazzolamento delle superfici occlusali.

Tecnica di spazzolamento Tecnica di spazzolamento
Tecnica di spazzolamento

 

Lo spazzolino è lo strumento fondamentale e pertanto deve avere determinate caratteristiche per poter “lavorare” al meglio. Innanzitutto la testina deve essere piuttosto piccola per poter raggiungere agilmente tutte le parti della bocca ottenendo così una buona detersione senza fastidio alcuno mentre le setole devono essere morbide ed integre. Con l’uso queste ultime si consumano in modo ben evidente e quindi si deve provvedere alla sostituzione dello spazzolino. Lo spazzolino è strettamente personale, va riposto separatamente da quelli degli altri membri della famiglia ed in un luogo aerato perché non resti a lungo umido favorendo in tal modo il proliferare dei batteri.

Con l’azione meccanica dello spazzolino si asportano i residui di cibo (sarebbe bene lavarsi i denti subito dopo aver consumato il pasto) e la placca, responsabile della carie e della malattie delle gengive. Esistono in commercio pratici Kit “da viaggio” utili per chi pranza fuori casa.

Di notte la salivazione è ridotta così come sono ridotti i movimenti della lingua e delle guance. In tal modo viene favorito l’accumulo e lo sviluppo dei batteri con conseguente formazione della placca batterica. Pertanto è indispensabile provvedere ad un’accurata pulizia dei denti e della bocca prima di andare a letto, la sera.

Un ciclo completo di spazzolamento dura almeno due minuti e può essere utile servirsi di un timer.

Per una buona igiene orale la scelta del dentifricio non è così importante come quella dello spazzolino. E’ importante che:

  • non sia abrasivo poiché può causare danni a livello di colletto e corona;
  • contenga il fluoro che esplica un’azione antisettica e rimineralizzante.

Non serve usarne in grande quantità: 1 cm circa di pasta per un adulto, molto meno per un bambino.

L’azione del dentifricio è complementare a quella dello spazzolino. Deterge, asporta la placca ed i residui oltre ad avere effetti deodoranti e rinfrescanti.

Sono disponibili dentifrici con caratteristiche particolari che è opportuno vengano consigliati dal proprio dentista. Fra questi: i dentifrici antiplacca contenenti Clorexidina, quelli desensibilizzanti contenenti sali e quelli antitartaro, utili per ostacolare la formazione del tartaro ma non per eliminare quello eventualmente già presente.

 

FILO INTERDENTALE

E’ lo strumento indispensabile per poter raggiungere gli spazi tra un dente e l’altro e le zone gengivali su cui insistono ponti.

In commercio ne esistono di diversi tipi. La nostra igienista dentale consiglierà quello più indicato (cerato o non, a nastro,……) e come usarlo in modo corretto.

Per facilitarne l’uso si possono usare le apposite forcelle.

Qui a sinistra, l'immagine mostra il corretto utilizzo del filo interdentale.

Utilizzo del filo interdentale Utilizzo del filo in pazienti con ponti

 

SCOVOLINO

E’ uno strumento dedicato a rimuovere residui di cibo e placca negli spazi interdentali. Alcuni tipi di scovolino sono specifici per la pulizia degli apparecchi ortodontici. 

Utilizzo dello scovolino

 

VERNICI RIVELATRICI DI PLACCA

Vernici rivelatrici di placca

 

 

Si tratta di sostanze che colorano i denti di blu/viola nelle zone in cui vi è maggior accumulo di placca e che quindi richiedono una più accurata igiene.

4. consigliare prodotti e strumenti per aiutare e motivare i pazienti a mantenere e/o migliorare il proprio livello di igiene orale come:

  • Collutori: essendo liquidi sono in grado di detergere l’intera bocca, raggiungendo anche zone non ben spazzolate. Non sostituiscono però né lo spazzolino, né il dentifricio poiché non sono in grado di rimuovere la placca. Completano quindi la pulizia ed hanno anche azione rinfrescante. Ne esistono di vari tipi, alcuni anche medicati (con Clorexidina) che vanno però consigliati dal dentista.
  • Spazzolino elettrico: indicato per persone con poca manualità, portatori di handicap o con apparecchi ortodontici. Si è molto discusso sulla superiorità dello spazzolino elettrico su quello manuale. Dall’esperienza è emerso che l’efficacia è praticamente uguale. Restano di primaria importanza la tecnica ed il tempo di spazzolamento.
  • Irrigatori orali: sono dispositivi ausiliari per asportare la placca rimossa con lo spazzolamento ed i grossi residui. Sono utili per portatori di protesi e di apparecchi ortodontici.

5. pianificare le sedute di igiene in base alla situazione riscontrata ed alla collaborazione (compliance) del singolo paziente.

   
Telecamera In determinate occasioni, la nostra igienista dentale impiega la telecamera endorale per illustrare, attraverso le immagini che il paziente vede comparire sul monitor, la situazione dento – genivale e per consigliare le cure necessarie.

In occasione delle sedute di igiene la nostra igienista fornisce al paziente un foglio illustrativo che approfondisce il concetto di igiene dentale professionale e raccoglie le risposte alle domande che generalmente i pazienti pongono. Scarica il PDF pdf.Info_ablT

Ai pazienti affetti da parodontopatia inoltre illustra e consegna un opuscolo per informarli sugli aspetti della patologia e per stimolarne la collaborazione.

Studio dentistico dott. Andrea Fenza - P.I. 02393570284 C.F. FNZNDR63B22F205E

Web-Site POWERED by ClicDocet